HOME TOURS  PUNTO DI INCONTRO FAQ BLOG AMICI CONTATTI  

------------------------------------------------------------------------------------

> Marzo, 2020

L'affascinante Ponte Vecchio, tra passato e presente di Firenze

 

Il Ponte Vecchio è un ponte medievale ad arco in pietra sul fiume Arno a Firenze. Sopra questo ponte è particolare la presenza di negozi, così come lo era nel passato.

Un tempo le botteghe erano occupate da macellai, oggi invece ci sono per lo più gioiellerie e mercanti d'arte. I ponti adiacenti al Ponte Vecchio sono il Ponte alle Grazie e il Ponte Santa Trinita.

 

 

La storia del Ponte Vecchio

La prima apparizione del Ponte Vecchio nei documenti risale al 996 d.C., anche se si ritiene che prima ce ne fosse uno costruito in epoca romana.

Il Ponte Vecchio attraversa il fiume Arno nel punto più stretto, nella stessa zona in cui si trovava la Via Cassia romana. Alle sue origini i moli romani erano di pietra e la sovrastruttura di legno.

Nel 1117 il Ponte Vecchio fu distrutto da un'alluvione e poi ricostruito in pietra, ma nel 1333 i due piloni centrali furono di nuovo spazzati via da un temporale. I fiorentini lo ricostruirono dodici anni dopo nel 1345.

Giorgio Vasari, artista e storico fiorentino, attribuì il progetto del Ponte Vecchio all'artista Taddeo Gaddi, uno dei più importanti artisti fiorentini e membro della bottega di Giotto.

Secondo gli storici moderni invece, l'architetto che progettò il Ponte Vecchio fu Neri di Fioravanti, che operò e visse a Firenze nel XIV secolo.

Il 4 agosto 1944 il Ponte Vecchio rischiò di essere nuovamente distrutto durante la ritirata dei tedeschi, ma fortunatamente, a differenza di tutti gli altri ponti di Firenze, fu risparmiato.

Furono però distrutti gli edifici adiacenti per cui il ponte fu ostruito e dunque inutilizzabile. Gli edifici furono poi ricostruiti utilizzando una combinazione di design mista tra originale e moderno.

La struttura del Ponte Vecchio

Il Ponte Vecchio è un ponte ad arco segmentato in pietra a campata chiusa, costituito da tre archi segmentati: quello principale ha una luce di 30 metri e le due arcate laterali ciascuna di 27 metri. L'aumento degli archi è compreso tra 3,5 e 4,4 metri.

Nell'apertura centrale del ponte c'è una piccola loggia con una lapide che ricorda il crollo del 1333 e riporta testualmente: "Nel 1333 il ponte cadde a causa di un temporale, poi dopo 10 anni come voleva il Comune, fu ricostruito con questo ornamento".

Come accadde con la Basilica di Santa Croce, anche il Ponte Vecchio fu gravemente danneggiato dall'alluvione del 1966.

I negozi sul Ponte Vecchio e le origini del fallimento

Il Ponte Vecchio ha sempre ospitato una grande varietà di negozi e commercianti. Dopo l'autorizzazione del Bargello (una sorta di Autorità di Polizia), la merce potè essere esposta sui tavoli davanti ai propri locali. Le retrobotteghe furono poi aggiunte nel Seicento.

La leggenda vuole che la parola e il concetto economico di fallimento abbiano le loro origini sul Ponte Vecchio. In passato accadeva che se un cambiavalute non riusciva a saldare i suoi debiti, il banco su cui vendeva le sue merci, venisse fisicamente distrutto dai soldati.

Il commerciante senza il suo tavolo non poteva vendere la sua merce e la sua attività veniva dichiarata fallita. Questa pratica era definita il “bancorotto”. Il termine bancarotta è usato ancora oggi per definire il fallimento di una attività.

Il Corridoio Vasariano sul Ponte Vecchio

Nel 1565 Cosimo de 'Medici, duca di Firenze, per collegare Palazzo Vecchio con Palazzo Pitti, commissionò a Giorgio Vasari la costruzione di una struttura che avrebbe attraversato anche il Ponte Vecchio e che fu denominato “Corridoio Vasariano“.

Alcuni anni dopo, nel 1595, per rafforzare il prestigio del ponte, le autorità proibirono ai macellai di lavorarci e il loro posto fu preso dai mercanti d'oro.

Le guide di Another Florence saranno molto felici di mostrarvi il Ponte Vecchio e di raccontarvi aneddoti riguardo alla sua storia.

.

 

------------------------------------------------------------------------------------

Torna all'indice

------------------------------------------------------------------------------------

Siamo orgogliosamente  membri di:
  + 39 335 6559428
   facebook.com/freetourflorence
info@anotherflorence.com    @Anotherflorence
 
Copyright 2020 © All rights Reserved - Design by Luigi Sorreca - VAT number: IT 02202300972